Pizza Due Torri – Pizza del mese di Febbraio

Home / Pizze del mese / Pizza Due Torri – Pizza del mese di Febbraio

Il mese di Febbraio è il mese dei gusti tradizionali uniti all’utilizzo di ingredienti unici nel loro genere. La pizza del mese è la pizza Due Torri.

Ciò che però caratterizza la pizza Due Torri è in particolare l’utilizzo di un ingrediente che pare abbia 2000 anni.
La signora degli insaccati: la mortadella.
Questo ingrediente viene unito ad altri 3  in una combinazione di sapori unica ed elegante al palato.
Non ti resta che ordinarla e provarla in prima persona!

Ingredienti:

  • Mozzarella
  • Mortadella
  • Pistacchi
  • Semi di papavero
  • Pecorino romano

Approfondimenti sugli ingredienti

  • Mortadella: un insaccato cotto di colore rosa e dal profumo intenso, leggermente speziato. Per prepararla vengono impiegati solo tagli pregiati e il sapore è pieno e ben equilibrato. La mortadella è un prodotto estremamente versatile, protagonista dei piatti della tradizione bolognese: è uno dei principali ingredienti del ripieno dei tortellini, e frullata compone la “spuma di mortadella”.
  • Pistacchi: un ingrediente capace di caratterizzare con il suo aroma e la sua consistenza, e al tempo stesso di dare croccantezza. Il pistacchio è molto ricco di vitamine, minerali e grassi monoinsaturi, che aiutano a regolare la quantità di colesterolo nel sangue e ad aiutare la salute del sistema cardiovascolare. Le altre sostanze presenti al suo interno (come isoflavoni, luteina e polifenoli) inoltre hanno proprietà ricostituenti e antiossidanti.
  • Semi di papavero: sono un ingrediente con molte proprietà e, oltre a essere un ottimo calmante, ha un alto contenuto di calcio. Ottimi sia per salati sia per dolci, danno croccantezza alla pizza senza però mascherare i sapori degli altri ingredienti.
  • Pecorino romano: è un formaggio italiano DOP, la cui zona di origine comprende il Lazio, la Sardegna e la provincia di Grosseto. Tutti i processi di lavorazione, dall’allevamento del bestiame alla stagionatura del formaggio, avvengono proprio entro queste zone. Il periodo di stagionatura è di 5 mesi e, in alcuni casi, nel Lazio, avviene in grotte di tufo Etrusco-Romane. Possiede una medio elevata intensità aromatica ed è particolarmente riconoscibile per il suo sapore caratteristico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *